top of page
Cerca

EYELINER SU PALPEBRA CADENTE: CONSIGLI ED ERRORI DA EVITARE

Occhi dalla palpebra cadente, detta "incappucciata: come realizzare l'eyeliner in questo caso? Come evitare di farli sembrare ancora più cadenti?






Esistono molte tipologie di occhio: quelli infossati, quelli vicini, quelli all'ingiù... per ogni forma esiste il modo giusto di valorizzarla ed eventualmente correggerla se lo si desidera.


Quante volte ti è capitato di applicare gli ombretti o l'eyeliner, aprire l'occhio e vedere il look cambiare drasticamente o nascondersi completamente? In questo caso si parla di palpebra incappucciata, detta spesso cadente, cioè quando la palpebra fissa (parte alta della palpebra) tende a sormontare la palpebra mobile (parte bassa), nascondendo o modificando otticamente il trucco eseguito precedentemente.

Questa caratteristica è data semplicemente dalla genetica e talvolta è talmente accentuata da ricorrere alla cosiddetta blefaroplastica, cioè quell'operazione chirurgica che rimuove la pelle in eccesso della palpebra, correggendo il difetto e liftando un po' l'occhio.


In caso di occhi incappucciati bisogna prendere alcuni accorgimenti per valorizzarli e per evitare di creare l'effetto opposto, cioè quello di evidenziare il "difetto".




Scatto realizzati da Martina Gallo MakeUp





COME REALIZZARE L'EYELINER SU PALPEBRA CADENTE O INCAPPUCCIATA

Quante volte ti è capitato di arrenderti di fronte all'eyeliner?

Non preoccuparti, non c'è nulla di impossibile e c'è sempre una soluzione.

La causa di questa difficoltà è dovuta al fatto che in questa tipologia di occhio, la piega finisce piuttosto in basso, lasciando poco spazio per la realizzazione di una riga di eyeliner.

In alcuni casi l'eyeliner può risultare poco valorizzante, in poche parole è meglio optare per un altro tipo di makeup formato da ombretti e sfumature. Le linee nette e grafiche, in casi di palpebra molto cadente, possono andare ad accentuare la problematica creando antiestetici effetti a "scalino", cioè una volta aperto l'occhio, la linea non risulta dritta, ma a zig zag.

Se invece la tua palpebra lascia un piccolo spazio per la realizzazione di una riga di eyeliner, anche sottile, allora ti consiglio di leggere attentamente le prossime righe.


Innanzitutto è bene individuare la tipologia di prodotto più semplice da utilizzare: nel caso dell'eyeliner è quello in penna con la punta in setole.

L'eyeliner in penna garantisce una maggiore fermezza ed una impugnatura ben salda e la punta in setole dona una costante scrivenza e precisione.




Dopodiché, nel momento della realizzazione della linea, è molto importante tener conto dell'angolazione.

Bisogna sempre stare al di sotto della fine della piega: se la sormonti infatti, una volta aperto l'occhio la riga apparirà in parte nascosta.

Un buon trucchetto è quello di tracciare la riga ad occhio aperto, potendo così vedere già il risultato in anteprima e potendo anche stare più attento.

In caso di palpebra incappucciata, molto spesso è meglio realizzare una linea abbastanza dritta per evitare di sormontare la piega dell'occhio.




Scatti realizzati da Martina Gallo MakeUp


Dopo aver tracciato la prima linea sarai già a buon punto, avrai infatti definito l'angolazione dell'eyeliner che, come anticipato, deve restare abbastanza dritto.

Il secondo passo è quello di realizzare la linea di congiunzione all'attaccatura delle ciglia.

Anche qui è molto importante, forse anche più di prima, evitare di andare sopra alla piega dell'occhio, ma restare sempre al di sotto.


Scatti realizzati da Martina Gallo MakeUp





A questo punto ti mancherà solo l'ultimo step per quanto riguarda l'eyeliner: riempire la forma!

Qui chiaramente è fondamentale rimanere all'interno delle linee realizzare in precedenza, la riga infatti non deve essere ispessita troppo, ma è meglio che risulti piuttosto sottile in caso di palpebra incappucciata.

Molto spesso infatti capita di esagerare con lo spessore dell'eyeliner cercando di correggere eventuali sbavature. Se ti dovesse succedere qualcosa di simile, piuttosto che ripassare con l'eyeliner è meglio correggere con un cotton fioc leggermente imbevuto di acqua micellare.


Scatti realizzati da Martina Gallo MakeUp





Da Makeup Artist, quello che posso consigliarti inoltre è di evitare di far continuare la linea fino alla parte interna dell'occhio, ma di fermarti a massimo metà. Questo, oltre che donare un effetto allungato, eviterà di farti rischiare di evidenziare la problematica della palpebra.

Nell'occhio incappucciato la linea di eyeliner, come anticipato in precedenza, è meglio che sia tenuta sottile.


A completare il look ed intensificare un po' lo sguardo è ottimo applicare la matita nera tra le ciglia ed ovviamente il mascara non può mancare!

Il risultato, come nella foto qui sopra, dev'essere affusolato, piuttosto dritto ed al di sotto della piega dell'occhio.

Un'ottima alternativa all'eyeliner grafico per chi non ha molta manualità è l'utilizzo di un ombretto color marroncino applicato con un pennellino angolato e successivamente sfumato con un pennello un po' più ampio e soffice.


L'eyeliner è una questione di allenamento ed abitudine, se le prime volte non ti viene perfetto non abbatterti, ma continua e continua e vedrai che ci prenderai la mano!

In conclusione, spero di esserti stata utile con questa guida per occhi incappucciati, alla prossima!




Seguimi su Instagram: @martinagallomakeup

E su Facebook: Martina Gallo MakeUp




bottom of page